Karl Lagerfeld critica il Fashion System italiano, troppe pailettes

Non è tardata ad arrivare in Italia l’eco dell’intervista che Karl Lagerfeld ha rilasciato al giornale tedesco Frankfurt Allgemeine Zeitung. Lo stilista e fotografo tedesco, che fa capo  alla francese Chanel, ha infatti usato parole taglienti per giudicare la settimana della Moda milanese appena conclusa.

Destinatario di queste critiche , lo sfarzo intravisto nei modelli presentati per la stagione 2012; secondo quanto intravisto dal creativo, risulterebbero troppo luccicosi e pieni di fronzoli ed adatti molto più al nostro capo di Stato piuttosto che a donne inserite in una certa quotidianità:Karl LagerfeldTroppo sfarzo si addice forse al premier italiano e non al paese reale. A Milano in primavera si sono disegnati costumi pieni di strass e cose del genere, questo corrisponde forse a Berlusconi, non al Paese reale. Io invece ho proposto una collezione che le donne italiane possono usare tutti i giorni. Gli altri hanno solo bling-bling“.

Le  dichiarazioni rilasciate ci hanno messo poco a fare il giro del mondo e ad arrivare alle grandi griffe italiane, le quali hanno subito risposto di non capire il nesso tra moda e politica a cui si riferisce il designer tedesco. Anzi hanno ripetuto in coro che uno degli obiettivi della moda, soprattutto in Italia, è quella di stupire e far sognare. E, conti alla mano, sembra che proprio le donne di tutto il mondo scelgano di sognare con loro.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here