An Italian Theory presenta la collezione SS 2015 all’86° Pitti Uomo

An Italian Theory presenta la collezione SS 2015 all’86° Pitti Uomo

Collezione An Italian Theory 2015 An Italian Theory, il marchio nato dall’idea di Alessandro Enriquez, presenta in anteprima all’ 86° Pitti Uomo, in scena a Firenze dal 17 al 20 giugno prossimi, la collezione primavera estate 2015. Una collezione total look per lui e lei ironica e irriverente che si ispira ad uno degli elementi più tipici dell’italianità: la pasta.

Il tema della pasta contamina tutta la collezione, dalle felpe alle t-shirt, dalle camicie ai pantaloni, dagli abiti per lei alle borse ricche di sovrastampe. Il marchio, prodotto dall’azienda pugliese Mir Manifattura, si avvale per la speciale collezione 2015 della collaborazione con Tessitura Monti, che ne realizza i tessuti e le speciali stampe.

Le stampe, molto grandi per lui, le ritroviamo sulle camicie in popeline di cotone, sui pantaloni e sulle giacche, mentre per lei i pattern risultano più piccoli e li ritroviamo soprattutto su gonne a ruota e chamisier dalle linee retrò anni ’50 arricchite da dettagli contemporanei. Mentre nelle stampe si attinge alla tradizione culinaria scegliendo farfalle, penne e fusilli, i colori rimandano quelli tradizionali italiani come il verde, il rosso e l’azzurro, conferendo alla collezione un’aspetto decisamente naif.

Per gli accessori, An Italian Theory e Azzurra Gronghi firmano un sodalizio per la realizzazione di borse e pochette dal sapore fifties su pelle Saffiano e nappa ricche di contrasti di colore e di stampe. “L’incontro con Alessandro Enriquez è stato incredibile e da subito ci ha convinto a supportare un giovane talento che riteniamo avere un notevole potenziale; per noi è motivo di orgoglio sentirci parte di questo progetto speciale, e una sfida quella di mettere su stoffa la sua pura creatività mettendo a disposizione tutta la nostra professionalità e il nostro know how“, spiega Andrea Parlato Responsabile Ufficio Prodotto di Tessitura Monti.

NESSUN COMMENTO

Scrivi un commento