Tra i bilanci 2011 delle aziende di moda la migliore è Ferragamo

Tra i bilanci 2011 delle aziende di moda la migliore è Ferragamo

 Mediobanca Secondo lo studio fornito da R&S Mediobanca, il settore dell’alta Moda italiana sta reagendo bene alla crisi internazionale rispetto ad altri settori dell’economia. L’ufficio studi di Mediobanca ha fatto un quadro della situazione sul mondo della Moda oggi in Italia e analizzato i bilanci dei dieci più grandi marchi con sede in Italia. Si tratta in ordine decrescente di: Prada, Armani, Diesel, Max Mara, D&G, Ermenegildo Zegna, Tod’s, Ferragamo e Valentino Fashion Group.
Sebbene i risultati siano ancora lontani da quelli messo a segno nel biennio 2006-2008, l’Alta Moda italiana ha saputo reagire bene alla congiuntura negativa internazionale. Lo studio ha evidenziato che il comparto, solo nelle sue dieci piu grandi aziende, produce un giro di d’affari per dieci miliardi di euro. Di queste, la migliore nei primi 9 mesi di quest’anno è stata Ferragamo, che ha registrato un fatturato del + 27%  con ricavi di poco più di 701 milioni e con un risultato netto che ha registrato un balzo del 77%. Ferragamo A seguire Prada, con una crescita del +24,9%, con 1,73 miliardi di ricavi mentre al terzo posto, notevolmente distaccato, Tod’s il cui fatturato di 699 milioni è salito di un +22,2%. Leggendo i dati di Mediobanca, si riesce ad essere ottimisti per il 2012. Sebbene le attese non siano brillanti e la crisi economica non sia conclusa, i dati delle principali aziende italiane sembrano dimostrare di essere al sicuro dalle cattive acque.

NESSUN COMMENTO

Scrivi un commento