Mandarina Duck rilancia lo zaino Utility per la Primavera Estate 2015

Mandarina Duck rilancia lo zaino Utility per la Primavera Estate 2015

Zaino Utility 2015 rosso Mandarina Duck Per la prossima Primavera Estate 2015 Mandarina Duck lancia una rivisitazione del mitico zainetto in tela modello Utility. Una classica icona anni ’80 si riaffaccia sul mercato dopo aver conquistato un’intera generazione di ragazzi e ragazzi che sceglievano uno zainetto giovane, colorato, anticonformista e soprattutto funzionale da cui appunto prese il nome di Utility.

Inizialmente lo zaino era a forma di secchiello con tasche sui soffietti laterali e una terza sul pannello frontale e terminava con lunghe bretelle con fibbie cromate. Le novità più appariscente del modello 2015 è il nuovo tessuto, molto più morbido al tatto, grazie ad una  speciale spalmatura effetto gomma che lo rende più resistente all’usura ma soprattutto all’acqua. Rimangono invariate la capacità interna e le dimensioni da zaino di media grandezza. Ridisegnata la vecchia chiusura a girello, ora con occhielli più grandi e con cinturino più alto, per essere più resistente nei frequenti apri e chiudi.

Zaino Mandarina Duck Utility 2015 neroLa coulisse interna viene sostituita con una corda bicolore, mentre rimangono invariate le tasche sui soffietti laterali basse e con lampo tono su tono. L’iconica scritta monogrammatica Mandarina Duck compare ancora sulla patella frontale della tasca, ma questa volta anche all’interno. La comoda maniglia per il trasporto a mano completa uno zaino che nella versione moderna continua a dimostrare di essere pratico e ricco di stile.

La linea Utility conta 11 modelli differenti tra duffle bag, briefcase, shopper bag e zaini. La gamma colori varia dai gettonatissimi bianco e nero, al rosso, al blu fino al crema effetto natural. Lo zaino modello Utility firmato Mandarina Duck sarà in vendita da fine gennaio 2015 in tutti i negozi del marchio e in altrettanti selezionati store multibrand a livello mondiale a partire da 119 euro.

NESSUN COMMENTO

Scrivi un commento