Capsule collection H&M ispirata a Uomini che odiano le donne accende polemiche

Capsule collection H&M ispirata a Uomini che odiano le donne accende polemiche

 Logo H&M Il colosso svedese H&M, il prossimo 14 dicembre lancerà sul mercato una capsule collection curata da Trish Summerville, la costumista designer di Hollywood, famosa per le sue collaborazioni con artisti e cantanti del calibro di Black Eyed Peas,  Janet Jackson e Cristina Aguilera. Nulla di strano se non fosse che la mini collezione ricalca il look che la stessa Summerville ha dovuto elaborare come costumista per la pellicola “The girl with the Dragon tattoo”, adattamento cinematografico del romanzo di Stieg Larsson, “Uomini che odiano le donne”. Nella pellicola, il personaggio protagonista è la ricercatrice Lisbeth Salander, donna vittima di stupro che porta nel suo look esteriore questa ferita emotiva. Questa figura femminile dai capelli rasati, trucco pesante, abbigliamento punk rock, rappresenta anche il  fashion look da cui prende spunto la mini collezione presentata per il marchio svedese.

 Uomini che odiano le donne

L’ accostamento ha suscitato parecchie critiche nei confronti di H&M, rea di aver preso spunto da un personaggio che nel libro è borderline per colpa della violenza subita e che nella vita di tutti giorni mostra un look così forte per trincerarsi dietro una corazza che la allontani dagli uomini. Le reazioni in rete sono state così accese da spingere H&M a scusarsi pubblicamente attraverso le parole di Jennifer Ward, la quale ha ricordato che le intenzioni erano quelle di prendere spunto da un personaggio forte che combatte per i suoi ideali, e non quello di banalizzare assolutamente il problema delle violenze sulle donne. Resta il fatto che la polemica ha acceso notevolmente l’interesse per una collezione che sarà venduta da domani nei 180 punti vendita H&M e disponibile nello spazio shopping online del suo sito.

NESSUN COMMENTO

Scrivi un commento