Milano Moda Donna inizierà il 21 Settembre

Milano Moda Donna inizierà il 21 Settembre

Quarantuno le presentazioni, trentanove brand e dodici eventi su appuntamento, sono i primi numeri di Milano Moda Donna che avrà inizio il 21 settembre. In conferenza stampa il presidente di Camera Moda Mario Boselli e l’assessore Stefano Boeri hanno annunciato: “I numeri sono destinati a essere corretti al rialzo, perché molte adesioni sono in arrivo.”

Settimana della moda che cerca di essere volano di un nuovo tentativo di fare sistema e difendere l’eccellenza spingendo sulla ricerca e sulla promozione dei talenti emergenti, ipotizzando anche la riattivazione dell’Incubatore della Moda grazie alla partecipazione della Regione Lombardia. Calendario sfilate, settimana della moda Milano

Le sfilate che avranno inizio il 21 settembre, termineranno il 27 e saranno trasmesse in live streaming su due videowall posizionati in via Mercanti.

Ecco il calendario:
Mercoledì 21 tra e con gli altri, Gucci e John Richmond daranno il via alla settimana.

Giovedì 22  Max Mara, Blugirl, Ermanno Scervino, Genny e Prada sono solo alcuni nomi che calcheranno la passerella.

Il 23 comincerà Moschino e passando per Les Copains e Versace si arriverà a Trussardi che quest’anno celebra il suo centenario.

Sabato 24 aprirà Bottega Veneta seguita da Emporio Armani, Mila Schön, Jil Sander, Just Cavalli, Pucci, Moschino Cheapandchic e altri.

Il 25 sarà la volta, tra i vari nomi, di Marni, Dolce & Gabbana, Missoni, Ferragamo e Versus.

Domenica 26 risalta la presenza di Giorgio Armani e Roberto Cavalli di nuovo insieme all’Arco della Pace.

Le ultime danze sono affidate a Chicca Lualdi BeeQueen, Cristiano Burani, Erkan Coruh e N-U-D-E.

 Milan Fashion Week

Da non perdere anche il fashion show benefico sul childrenswear del 27 settembre,  con le proposte di Ermanno Scervino Junior, GF Ferré, I Pinco Pallino, Laura Biagiotti Dolls, Miss Blumarine, Richmond Junior, Simonetta e Roberto Cavalli Angels e Devils.

“Sono certo che questa edizione confermerà gli esiti positivi di febbraio – ha sottolineato Boselli – ed è ciò di cui abbiamo assoluto bisogno per rispondere con vigore e ottimismo all’incertezza dell’attuale congiuntura economica”.

 

NESSUN COMMENTO

Scrivi un commento