Dicotomie, sfilata Dries Van Noten PE 2012 Mode à Paris

Dicotomie, sfilata Dries Van Noten PE 2012 Mode à Paris

Dries Van Noten continua la sua collaborazione con il fotografo inglese James Reeve in questa collezione primavera estate 2012, dove la scelta estetica è decisamente fredda, geometrica e misurata. Un percorso buio illuminato a sprazzi da stampe floreali che da reali via via divengono astratti e sfumati e che dolcemente si posano su camiciole svolazzanti.

Una collezione ricca di nette opposizioni, create su linee geometriche, pulite e un po’ accademiche adornate da stampe con scene della giungla, paesaggi marini, rocciosi o ancora disegni botanici del XVII secolo. Più la collezione va avanti e più le forme divengono esasperate fino a concludersi in gonne che ricordano vagamente quelle del flamenco.

Sui capi vallate di rocce si scompongono e ricompongono in un lavoro di patchwork sopraffino, le silhoutte dei capi più leggeri sono sensazionali, avvolgenti ed estremamente femminili. Sono invece i capi più strutturati a lasciare qualche perplessità: rigidi e poco sinuosi, sembrano appesantire il corpo piuttosto che valorizzarlo. Dries Van Noten in questa sua sferzata verso la freddezza dovrebbe abbandonare questo gioco dicotomico e abbandonarsi alla leggerezza.


photos/foto: Style.com

NESSUN COMMENTO

Scrivi un commento